• Christies auction house James Christie logo

    Sale 1506

    Milan Modern and Contemporary

    5 - 6 April 2016, Milan, Palazzo Clerici

  • Lot 28

    Felice Casorati (1883-1963)

    Ragazza nuda

    Price Realised  

    Estimate

    Felice Casorati (1883-1963)
    Ragazza nuda
    firmato F. Casorati (in basso a destra)
    olio su tela
    cm 110,5x62,2
    Eseguito nel 1937


    Contact Client Service
    • info@christies.com

    • New York +1 212 636 2000

    • London +44 (0)20 7839 9060

    • Hong Kong +852 2760 1766

    • Shanghai +86 21 6355 1766

    Contact the department

    Casorati, dopo le esperienze della prima metà degli anni Trenta, caratterizzati soprattutto da uno sfaldamento dei segni del contorno della figura, spinto sino a tentativi di vera e propria deformazione, sembra ora attuare un'operazione di pulizia formale e ripensare in nuovi termini al proprio linearismo.
    Come sovente è accaduto il processo avviene anche attraverso il rinnovamento di immagini "mitiche", sedimentate nella memoria e nello stile.
    In questa Ragazza nuda il riconoscimento della severa e assorta "Silvana Cenni" del 1922 (n. 186) è piuttosto evidente. Non si tratterà però soltanto di liberare dai panni rigidi e inamidati l'emblematica e ascetica fanciulla del 1922, la "musa inquietante", di privarla del suo logico quanto fantastico fondale, del suo enigma fatto di libri aperti e viluppi cartacei, per ricondurla nel cubicolo di uno studio alfine denudato.
    Nello scritto introduttivo al catalogo della personale dell'artista alla galleria Gissi di Torino, dove l'opera era esposta nel 1993, Marco Rosci affronta la questione in termini di "resistenza dello stile".
    "L'esempio più clamoroso" - osserva - "e già di piena maturità, di ritrascrizione stilistica fino a un livello estremo di mutazione (legata al flusso dei tempi culturali, linguistici, psicologici dell'autore) di uno specifico modulo e modello iconografico, è dato dalla Ragazza nuda del 1937.
    Vi è evidente lo "svelamento", nel senso più estensivo del termine, della "Silvana Cenni" del 1922, sgusciata dal diaframma gemmato di luce della tunica "ferrarese" ma altrettanto remota, sia pure con un velo di indifesa fragilità, nella modellazione del nudo con luce e ombre acidule". [...] Ragazza nuda, il cui nome, "Clelia", Casorati rivelerà con una nuova versione pressoché identica a questa (n. 607), è un'opera fondamentalmente nuova. La purezza del nudino seduto è ancora, nella sua qualità di soggetto-protagonista, il perno della composizione, come era già stato quello di "Bianca" delle "signorine" (n. 71), nel passato remoto.
    La sua forma è ora però completamente immersa nell'atmosfera dell'ambiente. Un ambiente che nella sua articolazione astratta, fatta di ombre e di una straordinaria ricchezza di partizioni cromatiche, risponde perfettamente al suo corpo, estendendo così, come un'eco, il suo stato d'animo pensieroso.
    (G. Bertolino, F. Poli, Felice Casorati. Catalogo generale, i dipinti, Torino 1995, vol. I, p. 362, n. 605)

    Following the experiments of the first half of the 1930s, characterised above all by a breaking down of the outline of the figure, even as far as attempts at true distortion, Casorati now seemed to embark upon a process of formal cleansing and to reconsider his own linear style in fresh terms.
    As often happened, the process also occurred through the regeneration of "mythical" images, residual in memory and in style.
    In this Ragazza nuda (Female Nude), the identity of the austere and absorbed "Silvana Cenni" of 1922 is evident. It is not, however, simply a matter of releasing the emblematic and ascetic young girl, this "disquieting muse" painted in 1922, from her stiff and starched attire, but of stripping her of her rational as well as fantastical background, of the enigma evoked by her open books and disorderly papers, to lead her back into the space of an similarly denuded studio.
    In the introduction to the catalogue of the artist's one-man show at the Galleria Gissi in Turin, where the work was exhibited in 1993, Marco Rosci tackles the question in terms of "resistance of style". He observes, "The most clamorous example, and already in late maturity, of stylistic retranscription at an extreme level of transformation (bound to the flow of the artist's cultural, linguistic and psychological rhythms) of a specific module and iconographic model, is provided by the Ragazza Nuda of 1937.
    The "unveiling", in the broadest sense of the term, of the "Silvana Cenni" in the 1922 painting, now liberated from the light-bejewelled diaphragm of the "Ferrarese" tunic but equally remote, albeit with a veil of vulnerable fragility, is evident in the modelling of the nude with sharp light and shade. [...] Ragazza nuda, whose name, "Clelia", Casorati was to reveal in a new and almost identical version of this, is a fundamentally new work. As subject-protagonist, the purity of the small seated nude is still the focal point of the composition, just as that of "Bianca", one of the "young ladies", was in the distant past.
    Her form, however, is now totally immersed in the atmosphere of the surroundings. Surroundings that in their abstract expression, consisting of shadows and an extraordinary wealth of chromatic divisions, respond perfectly to her body, thus extending, like an echo, her pensive state of mind.
    (G. Bertolino, F. Poli, Felice Casorati. Catalogo generale, i dipinti, Turin 1995, vol. I, p. 362, n. 605)

    Special Notice

    Artist's Resale Right ("Droit de Suite"). Artist's Resale Right Regulations 2006 apply to this lot, the buyer agrees to pay us an amount equal to the resale royalty provided for in those Regulations, and we undertake to the buyer to pay such amount to the artist's collection agent.


    Provenance

    Galleria Rotta, Genova
    Galleria Nuova Gissi, Torino
    Milano, asta Finarte, 26 ottobre 1995, lotto 188
    ivi acquisito dalla famiglia dell'attuale proprietario


    Pre-Lot Text

    DA UNA PRESTIGIOSA COLLEZIONE ITALIANA
    PROPERTY FROM A DISTINGUISHED ITALIAN COLLECTION


    Literature

    L. Carluccio, Casorati, Torino 1964, p. 119, n. 135 (illustrato)
    G. Bertolino, F. Poli, Felice Casorati, Catalogo generale, I dipinti, Torino 1995, vol. I, p. 362, n. 605; vol. II, n. 605 (illustrato)


    Exhibited

    Venezia, XXIII Esposizione Internazionale d'Arte, 1942, cat., n. 26
    Genova, Galleria Rotta, Mostra d'arte contemporanea, luglio 1953, cat., n. 13 (illustrato)
    Genova, La Rinascente, Felice Casorati nelle collezioni genovesi, ottobre - novembre 1963
    Torino, Galleria Civica d'Arte Moderna, Casorati, aprile - giugno 1964, cat., n. 152 (illustrato)
    Torino, Galleria Gissi, I protagonisti italiani del XX secolo, giugno 1983, cat., n. 7 (illustrato)
    Torino, Galleria Gissi, Felice Casorati, opere scelte 1928-1960, novembre - dicembre 1993, cat., n. 4 (illustrato)
    Torino, Palazzo Bricherasio, Felice Casorati, dagli anni Venti agli anni Quaranta, aprile - giugno 1996, cat., p. 129, n. 70 (illustrato) Acqui Terme, Palazzo Liceo Saracco, Felice Casorati, Il nudo, luglio - settembre 1999, cat., p. 66, n. 24; p. 67 (illustrato)
    Ravenna, Loggetta Lombardesca, Felice Casorati, dipingere il silenzio, aprile - luglio 2007, p. 124 (illustrato); poi Trieste, Museo Revoltella, settembre - novembre 2007


    Post Lot Text

    'RAGAZZA NUDA' (NAKED GIRL); SIGNED LOWER RIGHT; OIL ON CANVAS

    Per l'opera la Soprintendenza per i B.A.S. di Venezia ha formulato proposta di notifica al Ministero dei Beni Culturali.
    For this lot the Superintendence of Cultural Heritage of Venice has proposed the notification of work of national interest to the Ministry of Culture and Heritage.