• Christies auction house James Christie logo

    Sale 2508

    Post War and Contemporary Art

    26 May 2008, Milan, Palazzo Clerici

  • Lot 281

    Tancredi (1927-1964)

    Natura e contemplatività

    Price Realised  

    Estimate

    Tancredi (1927-1964)
    Natura e contemplatività
    firmato e datato Tancredi 57 (in basso a destra)
    olio su tela
    cm 100x140
    Eseguito nel 1957


    Contact Client Service
    • info@christies.com

    • New York +1 212 636 2000

    • London +44 (0)20 7839 9060

    • Hong Kong +852 2760 1766

    • Shanghai +86 21 6355 1766

    Tancredi conosce Peggy Guggenheim nel 1952. Questa data segna una tappa fondamentale nella vita dell'artista: la collezionista e mecenate statunitense non solo gli permetterà di utilizzare uno studio nel Palazzo Venier dei Leoni in cui abitava, ma soprattutto lo farà entrare in contatto con gli artisti d'avanguardia e i critici stranieri che essa stessa all'epoca frequentava.
    La permanenza a Palazzo Venier dei Leoni durerà poco e il rapporto con la Guggenheim resterà tempestoso, ma l'aggiornamento e il confronto con le esperienze internazionali avranno un effetto determinante sull'artista appena venticinquenne. Il suo linguaggio maturerà con rapidità, liberandosi dalle chiusure e dal provincialismo che bloccavano l'evoluzione della maggior parte degli artisti suoi coetanei. La possibilità di misurarsi direttamente con l'opera di artisti della statura di Pollock, Tobey, Riopelle, Sam Francis mette Tancredi in grado di affrontare precocemente la ribalta internazionale. In questa prospettiva vanno ricordate la presenza di opere dell'artista in alcune collezioni americane (grazie ancora una volta all'appoggio di Peggy Guggenheim), ma soprattutto le esposizioni personali a New York e Londra già nel 1958, avvenimenti che non rappresentavano certamente la norma per un giovane artista italiano.

    Il quadro che presentiamo è proprio uno di quelli scelti da Tancredi per l'esposizione alla Hanover Gallery di Londra nel 1958 e appartiene allo straordinario ciclo contrassegnato dalla presenza della parola Natura nel titolo. Per ogni pittore la natura si esprime e diventa visibile attraverso luce e colore, e quello che colpisce in questo dipinto è proprio la luminosità radiosa e la ricchezza inesauribile della tavolozza. Siamo di fronte a un vero catalogo di colori primaverili ed estivi, dominato da gialli, rossi, arancio, azzurri, verdi su un luminoso fondo di bianchi. Nel dipnto ci appare una vera e propria esplosione luminosa in cui Tancredi riesce a ottenere il principale obiettivo della ricerca sul colore dei pittori moderni: dagli impressionisti ai divisionisti, dai Fauves ad alcuni informali i pittori hanno sempre cercato di accostare colori puri e decisi in modo che, posti a contrasto, si rafforzassero a vicenda, senza però confondersi e impastarsi. Quest'opera condivide con altre di questi anni anno un aspetto festoso e ottimista che contrasta sorprendentemente con le successive tragiche vicende dell'artista.
    Tancredi quindi si immerge, in questa serie di dipinti, nella natura riproponendone fiduciosamente (e anzi potenziandone) tutta la ricchezza visiva; la visione che emerge è quasi panteista (è da ricordare che Tancredi nel 1952 aveva abiurato dalla religione cattolica per protesta contro la censura esercitata dalla Chiesa cattolica nei confronti di alcune espressioni artistiche). L'aspetto predominante non è però quello ideologico ma decisamente quello pittorico. La struttura spaziale è dominata da un centro a partire dal quale i colori si irradiano: le zone di colore sono più fitte all'interno, mentre si allargano leggermente verso i margini della tela. Tancredi riceve e fa propria la concezione degli americani per cui le aree della tela hanno tutte pari importanza e devono ricevere la stessa attenzione, ma conserva fondamentalmente una precisa organizzazione spaziale, tipica della tradizione europea.

    Special Notice

    Artist's Resale Right ("Droit de Suite"). Artist's Resale Right Regulations 2006 apply to this lot, the buyer agrees to pay us an amount equal to the resale royalty provided for in those Regulations, and we undertake to the buyer to pay such amount to the artist's collection agent.
    Where there is no symbol Christie's generally sells lots under the Margin Scheme. The final price charged to Buyer's for each lot, is calculated in the following way: 30% of the final bid price of each lot up to and including € 5.000,00 26% of the excess of the hammer price above €5.000,00 and up and including € 400.000,00 18,5% of the excess of the hammer price above €400.000,00


    Provenance

    Collezione Peggy Guggenheim, Venezia
    Galleria dell'Ariete, Milano


    Saleroom Notice

    Per il presente lotto è stato avviato un provvedimento di dichiarazione di importante interesse da parte della Soprintendenza per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico per le Provincie di Milano Bergamo Como Lecco Lodi Pavia Sondrio Varese.
    The Soprintendenza per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico per le Provincie di Milano Bergamo Como Lecco Lodi Pavia Sondrio Varese has begun a process of declaring this work of national importance.


    Literature

    M. Dalai Emiliani, Tancredi. I dipinti e gli scritti, Torino 1997, cat., n. 711 (illustrato)


    Exhibited

    Londra, Hannover Gallery, Tancredi. Paintings. Gouaches, 9 aprile - 2 maggio 1958, cat. n. 3
    Ferrara, Galleria Civica d'Arte Moderna, Palazzo dei Diamanti, Tancredi, 25 ottobre 1981 - 3 gennaio 1982, cat., n. 44, fig. 44 (illustrato)