. Straordinario cimelio proustiano." /> PROUST, Marcel (1871-1922). Bellissima pagina di dedica autografa firmata, della traduzione da <I>La Bibbia di Amiens</I>, il grande saggio sull'architettura gotica di John Ruskin (pubblicata nel 1904 dal Mercure de France): opera capitale per la formazione della poetica dell'autore della <I>Recherche</I>, nonché forma cifratissima di autobiografia spirituale, prima che estetica (basti dire che la traduzione letterale sulla quale Proust si basò per il suo lavoro, non conoscendo l'inglese, era di mano della madre Jeanne): <I>recto</I> e <I>verso</I>, numerazione pure autografa <I>1</I> e <I>2</I>, di <I>una pagina 8°</I>, incorniciata: <I>À un Ange de Chartres, à un Combattant de Reims, cette "Bible d'Amiens", Souvenir du Traducteur</I>. Straordinario cimelio proustiano. | Christie's