Browse Lots

Global notice COVID-19 Important notice
Mario Schifano (1934-1998)
Artist's Resale Right ("Droit de Suite"). Artist's… Read more
Mario Schifano (1934-1998)

Il tratto appenninico (particolare)

Details
Mario Schifano (1934-1998)
Il tratto appenninico (particolare)
titolo Il tratto appenninico (particolare) (lungo il margine sinistro); firma, data e titolo Schifano 1965 Tratto appenninico (particolare) (sul retro di ogni elemento)
smalto su due tele
cm 199,8x178 (totale)
Eseguito nel 1965
Opera registrata presso l'Archivio Mario Schifano, Roma, n. 00128050727, come da autentica su fotografia in data 29 luglio 2005
Provenance
Collezione Ovidio Jacorossi, Roma
ivi acquisito dall'attuale proprietario nel 1998 c.
Exhibited
San Marino, V Biennale Internazionale d'Arte Contemporanea, Repubblica di San Marino, 1965
Special Notice

Artist's Resale Right ("Droit de Suite"). Artist's Resale Right Regulations 2006 apply to this lot, the buyer agrees to pay us an amount equal to the resale royalty provided for in those Regulations, and we undertake to the buyer to pay such amount to the artist's collection agent.

Condition Report

If you wish to view the condition report of this lot, please sign in to your account.

Sign in
View condition report

Lot Essay

"La pittura di Schifano è come un grande reportage, con le sue chiare didascalie: mare, incidente, particolare di paesaggio, propaganda, 'o sole mio. Le scritte emblematiche, intitolano ora una realtà che ci incrocia; che si presenta con la stessa evidenza "segnaletica" e topografica, nella sua dislocazione lungo i circuiti di asfalto che segnano il tragitto delle nostre giornate. Si dà, dicevamo un condizionarsi dei nostri riflessi a questo modo di vita, e come un isolarsi delle nostre capacità percettive, e un polarizzarsi, ad esse relativo, delle nostre verifiche concettuali: un incidente è soltanto un incidente, il mare è solo il mare, un albero è solo un albero, l'immagine vale come la parola; fuori, la parola, dalle complicazioni psicologiche o mentali di un discorso, come l'immagine è fuori dalle similari complicazioni di un contesto tradizionalmente pittorico e pittoristico, e dentro soltanto ad un processo successivo e continuo di selezione percettiva, e di immediato riscontro concettuale".
(M. Calvesi, in Mario Schifano - Una collezione '60/'70, Milano 1990, pp. 34-35)

More from Milan Modern and Contemporary

View All
View All