Roma, 30. Gennaio 1823. Il testo: Amatissimo Sig. Padre Sono due ordinari ch'io non ho lettere da casa, bench'io non abbia mai lasciato di scrivere. Da parecchi giorni il freddo è cessato, anzi abbiamo una specie di primavera. Io, grazie al cielo, sono guarito perfettamente de' geloni, e sto benissimo. Siamo tutti in gran movimento per il Carnevale incominciato oggi, e prevedo che in questi giorni non si potrà far nulla. Domani abbiamo i famosi funerali di Canova à SS. Apostoli, e l'ingresso a questa funzione è molto ricercato, come sono qui tutte le minchionerie. Saluti di tutti, e in particolare del Zio Carlo. Le bacio la mano, e col solito e invariabile affetto mi ripeto il suo amorosissimo figlio Giacomo. Lo sguardo ironico di Leopardi e i defatiganti riti sottotraccia della Roma papalina e neoclassica. A sua volta, un classico. " /> Leopardi, Giacomo (1798-1837) - Il Poeta dell'Ottocento italiano. Un frammento di uno degli epistolari "maggiori" del XIX secolo europeo, quello di Giacomo con proprio padre, il Conte Monaldo Leopardi (oltre tutto, in una "zona" tra le più citate dai biografi: il deludente viaggio a Roma). Una p. in-8, piegata trasversalmente e con mende laterali che non ledono il testo, indirizzo a. in piego; <I>Roma, 30. Gennaio 1823</I>. Il testo: <I>Amatissimo Sig. Padre Sono due ordinari ch'io non ho lettere da casa, bench'io non abbia mai lasciato di scrivere. Da parecchi giorni il freddo è cessato, anzi abbiamo una specie di primavera. Io, grazie al cielo, sono guarito perfettamente de' geloni, e sto benissimo. Siamo tutti in gran movimento per il Carnevale incominciato oggi, e prevedo che in questi giorni non si potrà far nulla. Domani abbiamo i famosi funerali di Canova à SS. Apostoli, e l'ingresso a questa funzione è molto ricercato, come sono qui tutte le minchionerie. Saluti di tutti, e in particolare del Zio Carlo. Le bacio la mano, e col solito e invariabile affetto mi ripeto il suo amorosissimo figlio Giacomo</I>. Lo sguardo ironico di Leopardi e i defatiganti riti sottotraccia della Roma papalina e neoclassica. A sua volta, un classico. | Christie's